Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

L'istituto

La lapide che ricorda Padre Bertazzoli di LavacchioLa nostra scuola ha sede nel Comune di Massa, che, insieme ai comuni della Lunigiana, Carrara e Montignoso, forma la provincia di Massa Carrara. Questa zona, che si affaccia sul mar Ligure con un lungo litorale sabbioso, è protetta alle spalle dalle Alpi Apuane. Deve la sua particolare fama alla presenza del pregiato marmo bianco.
Il punto di forza della nostra strategia educativa è la disponibilità umana all'ascolto e al dialogo, alla condivisione delle esperienze, dei problemi, delle scelte, in una parola: l'attenzione alla persona che valorizza la diversità di tutti.
La scuola conta su un gruppo di docenti ed operatori altamente qualificato e motivato che, nel rispetto dei ruoli e delle funzioni, sa realizzare un coinvolgimento pieno, una relazione tra soggetti uniti per un fine comune: la formazione umana ed intellettuale degli allievi.
La Storia e l'intestazione
Il 1° settembre 2019 prende vita l’Istituto Comprensivo “Malaspina”.
Il “Malaspina” nasce dalle ceneri della Direzione Didattica “Massa 2° Circolo” e dell’Istituto Comprensivo “Malaspina-Staffetti”; da questi due istituti il “Malaspina” eredita i quattro plessi del lato nordoccidentale che ospitano le due scuole dell’infanzia “Camponelli” e “La Salle”, le due scuole primarie “Giosuè Carducci” e “Dante Alighieri” e la scuola secondaria di I grado “Moroello Malaspina”.
Il comprensivo “Malaspina” è l’ultimo atto di una storia molto più antica: risale infatti a 130 anni prima della sua nascita, per l'esattezza al 14 maggio 1889, l'intitolazione della Scuola Tecnica Comunale di Massa sita in via Palestro a Moroello Malaspina, il condottiero che ospitò Dante Alighieri nei suoi possedimenti in Lunigiana, affidandogli incarichi diplomatici di rilievo, e che ne ebbe in cambio una celebrazione in versi nel suo Purgatorio (VIII, 121-132).
Risalendo indietro nel tempo sono però almeno tre secoli che i ragazzi e le ragazze di Massa studiano nelle aule di via Palestro: l’edificio che ancora oggi ospita la scuola Malaspina, infatti, risale alla seconda metà del ’600; fu eretto per volontà di padre Bertazzoli, la cui lapide è ancora ospitata al primo piano della scuola (v. foto) e fin da subito, per opera delle diverse istituzioni religiose che lì si sono succedute (Servi di Maria, Padri Scolopi, Padri Barnabiti e Padri Gesuiti), ha ospitato i giovani della nostra città per istruirli ed educarli.
È infine motivo di grande orgoglio sapere che nelle sue aule hanno insegnato il poeta Giovanni Pascoli, (“storia, geografia e diritti e doveri dei cittadini”) e il futuro Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi (supplente di lingua italiana; nella foto: la firma di Gronchi sui registri della nostra scuola).
La firma di Giovanni Gronchi
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451